lunedì 15 ottobre 2018

Da nord a sud: in Italia e tempo di vendemmia




Foto di Elisa 
Da nord a sud in Italia è tempo di vendemmia

A partire da settembre e per tutto il mese di ottobre, in tutta Italia è in corso la vendemmia, un atto che fa parte da millenni della nostra tradizione e che da sempre rappresenta non solo il momento in cui viene raccolta l’uva da destinare alla produzione del vino ma anche, e soprattutto,  un momento di unione e di festa per le famiglie, per i contadini e di tutti quei produttori che proprio in questi giorni vedono il frutto di un intero anno di lavoro materializzarsi sotto i loro occhi.

L’inizio della vendemmia apre in modo più gioioso le porte all’autunno, regalandoci

lunedì 8 ottobre 2018

Il vino come ingrediente in cucina



Il vino come ingrediente in cucina


Umbricelli al Sagrantino

L’uso del vino in cucina come ingrediente trova le sue origini in tempi assai lontani. Le documentazioni certe risalgono al periodo dei Romani ma pare che il vino venisse utilizzato, come ingrediente, anche dagli Etruschi.

I Romani usavano il vino come mezzo di conservazione dei cibi, in particolare

martedì 2 ottobre 2018

Un piatto diVino

L’Italia nel Piatto vi presenta “Un piatto diVino”
Puntuali, eccoci con un nuovo imperdibile appuntamento con l’Italia nel Piatto, per conoscere le nostre ricette tipiche regionali.  Lasciamo settembre con il tema dei nostri “Panini speciali” e diamo il benvenuto a ottobre con i suoi colori caldi e avvolgenti.

Ottobre è il mese per eccellenza dedicato alla vendemmia. In ogni parte d’Italia, in questi giorni, si raccoglie uva di ogni qualità da destinare alla vinificazione. Tra i tanti prodotti enogastronomici, il vino italiano rappresenta un altro fiore all’occhiello del nostro paese, con produzioni di pregio conosciute e molto apprezzate in tutto il mondo. 

Per questo mese, pertanto, noi dell’Italia nel Piatto abbiamo pensato di proporvi “Un piatto diVino” ovvero una ricetta regionale cucinata con un vino locale, di cui avremo modo di parlare nei singoli post. 

sabato 29 settembre 2018

Pani d'Italia: il Sud

L'immagine può contenere: cibo
Pane d'Altamura
Eccoci al nostro ultimo appuntamento, per questo mese, sui più importanti pani prodotti in Italia. Dopo avervi parlato di alcuni dei pani tipici e tradizionali prodotti nel Nord Italia e nel Centro Italia, oggi è la volta dei pani del Sud Italia.


martedì 25 settembre 2018

Pani d'Italia: il Centro

L'immagine può contenere: cibo

Prosegue la nostra rassegna dei pani d'Italia, dopo l'articolo sui pani del nord Italia, oggi è la volta di quelli del Centro:


Toscana
Il pane sciapo o sciocco, si contraddistingue per la mancanza di sale nell’impasto e per un sapore della mollica leggermente acidulo. Questo pane è tipico del Centro Italia, Toscana, Umbria, Marche e Tuscia Viterbese. In particolare in Toscana questo tipo di pane viene chiamato  Pane Toscano ed è insignito del marchio DOP (denominazione d’origine protetta).

giovedì 20 settembre 2018

Pani d'Italia: il Nord


Questo mese, l’Italia nel Piatto, vi ha portato nelle  diverse cucine regionali proponendovi dei “panini speciali” realizzati, per l’occasione, con le nostre ricette della tradizione.

Abbiamo parlato di pane, quindi, e continueremo a farlo, da nord a sud, scoprendo quali sono i prodotti da forno più utilizzati e conosciuti dagli italiani.

Oggi faremo un giro tra le regioni del Nord Italia, scoprendo solo alcuni dei formati di pani che qui vengono prodotti. La nostra bella Italia, infatti, presenta delle caratteristiche del territorio tali da garantire la crescita di grani di qualità, molti autoctoni,  con produzioni di farine di pregio.

Nel corso dei secoli, queste farine, nelle mani dei panificatori di un tempo,  hanno dato vita a una vera e propria moltitudine di pani, ognuno con la sua particolarità che li rende unici e inimitabili. Difficile quindi elencarli tutti, noi proveremo solo a citare quelli più noti.

domenica 2 settembre 2018

Un panino speciale


Dopo la pausa estiva, l’Italia nel Piatto riprende la sua consueta rubrica mensile per deliziarvi e farvi conoscere le ricette tipiche regionali della nostra bella Italia.
Riapriamo i battenti con un bel panino, il pranzo mordi e fuggi per eccellenza. Il nostro però sarà un panino davvero “speciale”.

La storia del panino trova i suoi albori in tempi assai lontani. Pare che già tra i Romani fosse usanza consolidata quella di consumare il cibo racchiuso in due fette di pane. L’odierna via Panisperna, nel noto quartiere romano della Suburra, deve il suo nome proprio a questa vecchia abitudine di coloro che, di passaggio, consumavano velocemente il pane al mosto e prosciutto cotto nell’acqua di fichi secchi (Panis ac perna) prima di tornare alle proprie attività quotidiane.
Come i Romani, molti altri popoli antichi avevano l’abitudine di consumare il pane non solo per accompagnare ma anche per aiutare il pasto: in assenza delle posate, per molti anni il pane ha rappresentato un vero e proprio mezzo per raccogliere il cibo e portalo comodamente alla bocca. Oltre ad essere il sostituto della forchetta, il pane spesso era la scodella nel quale mettere la pietanza: le fette di pane assorbivano i sughetti di cottura del cibo, per esempio il grasso delle carni, regalando un piacere nel gusto che ancora oggi è alla base del successo non solo delle paninoteche ma anche di molti ristoranti in tutto il mondo.

COPYRIGHT 2017 L'Italia nel Piatto